Pandispagna

Cupcake alla Carota

In Carota on 12/03/2010 at 20:23

E’ il cupcake che mi dà piu’ soddisfazioni: ogni volta viene più buono e più soffice della volta precedente!

Dosi per 12-18 cupcake:

280 gr di carote, sbucciate e grattugiate finemente

2 uova grandi, a temperatura ambiente

40 ml di buttermilk (40 ml di latte intero + 2 cucchiaini di succo di limone)

240 gr di zucchero

240 ml di olio di soia

8 ml di estratto di vaniglia naturale

80 gr di uvetta passa

240 gr di farina

2.5 gr di bicarbonato

5 gr di lievito per dolci

un pizzico di sale

2.5 gr di cannella macinata

2.5 gr di zenzero macinato

3-4 chiodi di garofano finemente tritati

Preriscaldo il forno a 180°. Fodero una teglia per muffin coi pirottini di carta e la metto da parte. In una ciotola grande amalgamo con una frusta metallica a mano le carote, le uova, il buttermilk, lo zucchero, l’olio, la vaniglia e l’uvetta passa. In un’altra ciotola miscelo la farina, il bicarbonato, il lievito, il sale, la cannella, lo zenzero ed i chiodi di garofano. Aggiungo gradualmente la miscela di farina a quella di carote e mescolo con un cucchiaio fino a che tutti gli ingredienti sono combinati.

Divido l’impasto in maniera uguale tra i pirottini, riempendoli per circa 3/4. Inforno e cuocio per circa 23-28 minuti, fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro di un cupcake esca pulito. A cottura ultimata, metto la teglia su di una griglia a raffreddare per circa 10 minuti. Successivamente, con l’aiuto di una forchetta estraggo i cupcake e li lascio raffreddare sulla griglia completamente. I cupcake si possono conservare fino al giorno dopo in contenitori ermetici, oppure possono essere anche congelati fino a 2 mesi.

Sono ottimi con un frosting al Philadelphia ed una spolverata leggera di cannella in polvere.

Annunci
  1. Ciao Francesco ! Sei bravissimo e molto preciso con le ricette ! Ho visto che anche tu spesso ti base sulle ricette americane e ho letto che usi (ovviamente il burro italiano) nel caso dei cakes non mi ha dato problemi ma con gli impasti tipo frolla si perchè il burro americano è meno grasso, tu usi le quantità indicate o diminuisci il burro ?

    • Ciao Natalia, grazie per i complimenti! Nelle ricette di solito uso la quantità prevista, solo nei frosting riduco drammaticamente la quantità di burro e zucchero. Per la frolla, prova ad usare il burro italiano freddo di frigorifero tagliato a cubetti e di lavorarlo pochissimo emulsionandolo con acqua ghiacciata. Ho scoperto che meno si lavora l’impasto e più rimane tenero. A presto!

  2. wow….al posto dell’olio di soia, sarebbe possibile, a tuo avviso, usare l’olio d’oliva che mi sembra piu’ salutare? grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: